Sorridere, mi pareva

Sorridere, mi pareva, l’unica cosa sensata. L’unica parte da imparare senza copione. Come quando hai freddo, ti geli e inizia il lamento. Era come mettere al mondo un figlio lungo le labbra. Lo tieni stretto, quel piccolo, nudo e indifeso: senza paura di lasciarsi andare. Così sorridere mi pareva l’unica cosa seria per dimenticare.

Non bastava.

© A. L.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Tumblr

Parlami delle tue paure

Parlami delle tue paure
delle notti senza fine
quando non riesci a dormire.
Dimmi il nome delle parole
che ti affannano l’anima
e fammi sentire il rumore che fanno
lì in fondo,
più dentro di te.
Fa’ che io possa sapere
quale dolore
ti ruba a me.

© A. L.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Tumblr